Wladimiro D'Ascenzo vince in assoluto la Ascoli-Loreto

MONTEGIORGIO (04/04/2018)

Finalmente!!!!!! Il “Cobra” Wladimiro D’Ascenzo (O.M.M.-Melania-Faleria) si è aggiudicato la Ascoli-Loreto, la classica del giorno prima di Pasqua che ha visto al via 147 corridori.

La corsa è partita dalla Ecoservice di Ascoli con la bandierina a scacchi che è stata abbassata da Giuseppe Traini (Titolare Ecoservice), Roberto Galanti Console onorario della repubblica Moldova Marche-Abruzzo e da Sonia Roscioli Presidente del Comitato Provinciale Ascoli-Fermo Acsi Ciclismo e organizzatrice della Gran Fondo di San Benedetto.

Cronaca –
La svolta della gara è arrivata a P.S.Elpidio quando hanno allungato in cinque: Pierpaolo Addesi (Team Go Fast), Wladimiro D’Ascenzo (OMM-Melania-Faleria), Alberto Pesaresi (Bike Club Cafè), Fabrizio Amerighi (Imola Bike) e Iarno Stanchieri (Bici Battistini).

I cinque battistrada a Civitanova Marche si devono arrendere al passaggio a livello chiuso, ma il collegio di giuria dopo aver rilevato il vantaggio accumulato sino a quel momento, fa ripartire i battistrada con il vantaggio conquistato.
Dopo la ripartenza rimangono in quattro al comando perché Stanchieri è vittima di un incidente meccanico.

Ad un certo punto D’Ascenzo forza i tempi, alla sua ruota rimane solo Addesi. A tre km dall’arrivo il “Cobra” con un ulteriore accelerazione si scrolla dalla ruota anche Addesi e va a vincere in solitaria dopo una bellissima gara.

“ E’ stata una bella vittoria – ha detto Wladimiro D’Ascenzo – che ci tenevo tanto a vincere perché non mi era mai capitato. Dopo tanti piazzamenti ci sono riuscito e questo mi rende felice. Sono partito senza tante velleità di successo perché venivo da una settimana dove ho accusato l’influenza. Per metà corsa sono rimasto al coperto poi, sono entrato nella fuga giusta e ho trovato dei validi collaboratori in Addesi e Amerighi.
Sulla salita conclusiva ho operato il forcing perché volevo arrivare da solo e alla fine sono riuscito a vincere. Credo che questo sia stato un successo sofferto, però meritato”.

D’Ascenzo poi ha voluto fare una dedica speciale. “ La dedico in primis a Mattia Lo Schiavo, un ragazzo della mia società che è venuto a mancare troppo presto, una persona d’ora che tutt’ora ci manca tanto.

Poi, a mia moglie e alla mia famiglia e a tutta la O.M.M.-Melania-Faleria”.

Chiudi
 
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

RICEVERAI PER PRIMO LE ULTIME NOTIZIE DEL NOSTRO TEAM,
CONOSCI GLI EVENTI, LA SOCIETÀ, I NOSTRI ATLETI E LE LORO IMPRESE

OK, la mia mail é: